Quando la tecnologia può aiutare l’umanità

Quante volte associamo i social allo svago senza pensare a quanto la tecnologia possa essere utile nel campo sociale?

È proprio Facebook il social che in questi giorni ci dà dimostrazione di quanto possa essere utile in momenti critici dove c’è un serio bisogno d’aiuto. È da tempo attivo il Safety Check, strumento molto utile e purtroppo molto utilizzato negli ultimi mesi a causa dei fatti accaduti, che consente agli utenti di rassicurare amici e parenti sul loro stato quando si trovano in luoghi dove è accaduto un attentato o un disastro naturale.

La mappa dei disatri

Nei giorni scorsi Facebook ha annunciato l’introduzione della mappa dei disastri che, attraverso i dati forniti dal social network, fornirà alle organizzazioni e ai soccorsi gli aiuti necessari per identificare le persone che si trovano nell’area interessata. L’iniziativa è il risultato di un lavoro creato a stretto contatto con alcune importanti realtà: UNICEF, la Federazione Internazionale della Croce Rossa, il World Food Programme e altre. Continua a leggere Quando la tecnologia può aiutare l’umanità

Web Marketing e visibilità

Qual è il miglior modo per aumentare la visibilità e il valore di un’azienda sul web?

Le aziende devono adattarsi ai cambiamenti che si susseguono negli anni, seguire le tendenze del mercato per soddisfare al meglio i consumatori, ed è per questo che è fondamentale il Web Marketing, ovvero un insieme di attività che sfruttano il Web per incrementare la visibilità del marchio “il valore del brand”, grazie ad una comunicazione bidirezionale.
Per poter sviluppare una buona strategia di Web Marketing deve esserci alla base un sito web che rispetti determinate caratteristiche, necessarie per mettere in atto gli strumenti più efficaci come le attività di SEO sui motori di ricerca e le azioni dirette e specifiche sui canali di Social Media (facebook, twitter, pinterest, instagram,…) e sulle community.

Per maggiori informazioni visita il nostro sito nella sezione Web Marketing.

www.mediastudio.it

Posizionamento su Google, quanto è importante?

Oggi parliamo di posizionamento su Google e sui motori di ricerca. La SEO, Search Engine Optimization. Ramo del web marketing che si focalizza sull’accrescere la visibilità delle pagine di un sito nei risultati organici dei motori di ricerca. La maggior parte delle attività di posizionamento vengono fatte per ottimizzare il sito su Google, in quanto è il motore di ricerca più utilizzato.

La Search Engine Optimization include molti aspetti. Dalle parole che compongono i testi delle pagine, al modo in cui è possibile giungere al sito tramite link da altri siti. Continua a leggere Posizionamento su Google, quanto è importante?

Marketing su instagram, le potenzialità del social

Fare marketing su instagram. Instagram, piattaforma nata nell’ottobre del 2010, ha da subito catturato l’attenzione degli utenti di altri social network. Questi ultimo, hanno pian piano hanno iniziato ad utilizzare l’applicazione, spesso sostituendola ad altri social come Facebook e Twitter. I dati degli ultimi mesi rivelano che la piattaforma conta ben 700 milioni di utenti attivi al mese. Una crescita rapidissima negli ultimi anni che ha superato il colosso di Twitter. Continua a leggere Marketing su instagram, le potenzialità del social

AMBIENTE CUCINA DAY – Comunicare valore nell’era 2.0

Il Sole 24 Ore in collaborazione con Ambiente Cucina, e Assarredo, rinnovano l’appuntamento di ‘Ambiente Cucina Day‘ con un evento dedicato alla comunicazione nell’era del Web 2.0. Si terrà il primo marzo 2011, presso la Sala Collina all’interno della sede del Sole 24Ore di Milano, la conferenza ‘Comunicare Valore nell’era 2.0‘. Un incontro con i produttori delle cucine ‘made in Italy’ e i più importanti protagonisti che stanno già utilizzando le nuove tecnologie digitali per innovare e sviluppare la propria comunicazione online.

L’esplosione dei Social Network e del Web 2.0 hanno trasformato lo scenario della comunicazione che diventa sempre più complesso, pubblico, integrato e competitivo. L’impresa che intende adottare questi strumenti, deve ri-disegnare la propria strategia di comunicazione per riuscire a raggiungere il consumatore in una vera e propria ‘giungla dell’informazione’. Una voce, quella dell’impresa, che deve inserirsi in un circuito informativo dove il consumatore diventa protagonista attivo: autore partecipe dello scambio di informazioni che assume sempre più le caratteristiche della conversazione.

Un’occasione unica per riflettere sulle nuove opportunità e difficoltà che si presentano per le aziende che devono comunicare un bene-progetto come la cucina. Si cercherà di capire quali sono le modalità di utilizzo dei nuovi canali Social e del Web 2.0: spazi liberi dove l’azienda si trova ‘alla pari’ del consumatore. L’analisi si concluderà con alcune riflessioni sul punto vendita, l’anello finale della catena del valore. MEDIASTUDIO ha colto con entusiamso l’invito a partecipare alla prima tavola rotonda dell’evento ‘Il Mararketing del Web 2.0: che cosa cambia, come cambia, che cosa fare‘. Per l’occasione Milvio Zaccariotto (AD di Mediastudio) presenterà la propria esperienza diretta di sviluppo di un nuovo approccio alle nuove tecnolgie, avviato da parte delle grandi aziende produttrici di mobili provenienti principalmente Distetto del Mobile Livenza.

Fabbrica delle Idee – da domani alla 64′ Fiera Campionaria di Pordenone

Si apre domani la 64′ edizione della “Fiera Campionaria di Pordenone”. L’inaugurazione avverrà domani alle ore 10:30 al Pad 5 “Arena delle Idee”, con la presenza del Sindaco di Pordenone Sergio Bolzonello, del Presidente della Provincia di Pordenone Alessandro Ciriani e del Presidente della Camera di Commercio di Pordenone Giovanni Pavan.

Promettono bene i numeri della Fiera Campionaria con 30.000 mq di aree espositive, distribuite in 9 padiglioni, e circa 250 stand. Per l’occasione è stato riproposto l’evento “Domus-Arreda”: tre padiglioni dedicati all’arredamento, l’edilizia e il risparmio energetico. Grande novità di questa edizione invece sarà  la “Fabbrica delle Idee”, un padiglione dedicato al territorio e all’innovazione che si propone come motore per lo sviluppo e la ripresa economica del Friuli Venezia Giulia.

Noi di Mediastudio siamo già (quasi) pronti con un desk multimediale e ad alto tasso di interattività al PAD 5, di fronte al palco dell'”Arena delle Idee”. Venite a trovarci per conoscerci e per “toccare con mano” le ultime novità della comunicazione digitale e “mobile”. Per l’occasione sarà anche possibile verificare se le “mele” sono ancora un frutto di stagione.

MEDIASTUDIO è ‘Idee in Movimento’

Dal 4 al 12 settembre Mediastudio diventa “Idee in Movimento“. Nel padiglione centrale della 64′ Fiera Campionaria di Pordenone, Mediastudio presenta i nuovi servizi dedicati alla comunicazione Web e all’online business.

Mediastudio partecipa all’evento “Fabbrica delle Idee” per confermare ancora una volta l’importanza dell’innovazione e del territorio nel percorso di crescita dello studio. Un’occasione unica e stimolante dove poter scoprire e “toccare con mano” le nuove idee Web e mobile orientate al new-business. Soluzioni all’avanguardia che combinano online advertising, Social Network e applicazioni wireless per iPhone e iPad. La proposta di un utilizzo innovativo e integrato del Web concepito per: essere primi nei motori di ricerca, raggiungere nuovi clienti e scoprire nuovi mercati, promuovere prodotti e gestire l’azienda online.

Mediastudio quindi protagonista della “Fabbrica delle Idee” per rilanciare, promuovere e innovare la propria attività. Il 4 settembre, al PAD 5 del quartiere fieristico di Pordenone, inizia un viaggio reale nel mondo virtuale del Web. Un viaggio da “toccare con mano”.

Segui l’evento

SOCIAL FEEDback PROMOTION – il Canada visto dai turisti

In uno scenario dove la comunicazione online guidata dai Social Media promuove caratteristiche come la trasparenza, la collaborazione/scambio di opinioni e il ‘real-time’, DDB Vancouver decide di sfruttare al massimo questi elementi per promuovere il turismo in Canada. La soluzione sono i ‘digital storescapes’, delle vetrine digitali multi-touch dove appaiono contenuti riguardanti il Canada raccolti in tempo reale dai canali Twitter e TwitPic.

L’obiettivo è di comunicare in maniera diretta, efficace ed intuitiva, la bellezza e le varie opportunità turistiche che il Canada può offrire. Una mission decisamente interessante, sopratutto visto il target di riferimento: il cittadino medio americano. La scelta quindi è ricaduta sul media ‘per eccellenza’, sullo strumento più diffuso e utilizzato capillarmente a livello mondiale, il Social Media. Nel Social Media, in questo caso Twitter, era già presente un ampio ‘buzz’ riguardante il Canada prodotto dai numerosi turisti realmente in visita in quel momento. La produzione di nuovi contenuti è stata sostenuta da un concorso, rivolto agli americani e ai turisti in Canada, che seguendo ‘@keep_exploring‘ su Twitter e partecipando alla conversazione online potevano vincere un viaggio in Canada. A questo punto, per sfruttare le caratteristiche del Social e l’impatto più ‘tradizionale dei billboards, sono stati introdotti i ‘digital storescapes’: enormi pareti touch-screen dove i passanti possono visualizzare in tempo reale il buzz e le esperienze di viaggio di migliaia di persone. Un progetto molto ambizioso che vedrà la luce a fine luglio 2010 nelle città di New York, Chicago e Los Angeles.

Stiamo assistendo ad una nuova evoluzione Social. Finita la battaglia tra ‘vecchi’ e nuovi media, possiamo realizzare come sia efficace il loro utilizzo congiunto.

Più aziende nei Social Media – la richiesta dei consumatori Web

Una recente ricerca di Cohn&Wolfe sembra eliminare ogni dubbio sulla presenza delle aziende nei canali Social Media. Lo studio ha cercato di valutare il rapporto tra utente Internet e i canali delle aziende che hanno deciso di sperimentare i nuovi siti Social. Per realizzare un’analisi completa ed affidabile sono state intervistate oltre 300 persone, di cui circa 200 utenti Web e 100 manager e professionisti della comunicazione e del marketing online. I risultati sono molto positivi con oltre l’80% dei consumatori che richiedo alle aziende nuove modalità di interazione e una maggior presenza nei Social Media.

I Social Media dunque, già ampiamente utilizzati dagli utenti per interagire e tenersi costantemente in contatto, hanno raggiunto un livello di adozione e maturità tale da essere addirittura richiesti dai consumatori come strumenti per comunicare con i propri brand preferiti. In questo momento appare evidente dallo studio come siano proprio i consumatori a portare verso l’innovazione: mentre l’80% di consumatori prevede un futuro di interazione nei Social con le aziende, oltre il 30% dei manager e operatori della comunicazione digitale si è dichiarato impreparato su un’eventuale utilizzo dei Social Media nei propri programmi di comunicazione aziendale. Gli stessi dati sull’utilizzo dei diversi canali confermano questa tendenza: il 64% dei navigatori interagisce con un brand nei Social almeno una volta a settimana, e circa il 53% dichiara di sentirsi più legato ai brand presenti nei canali collaborativi. Le aziende invece sembrano ancora rincorrere queste nuove tendenze: nel 77% delle aziende intervistate dichiara di aver allocato meno del 25% degli investimenti di marketing e comunicazione nei Social Media.

Dopo gli studi di AdFusion dove i consumatori esprimevano grande interesse per l’interazione online, una nuova e più completa ricerca conferma l’importanza dei Social Media per le aziende presenti online. Il meccanismo della collaborazione nei Social è ben collaudato: se un’azienda non si è ancora decisa ad entrare nella rete dei Social è sufficiente chiedere direttamente ai consumatori.

Social Media – il valore di un fan

Recenti studi hanno dimostrato il reale valore di ogni singolo fan per le aziende presenti nei Social Media. Gli studi hanno valutato i diversi comportamenti d’acquisto e la diversa brand-awareness degli utenti fans e non-fans, evidenziando l’efficacia della comunicazione ad alto tasso di interazione e collaborazione dei canali Social.

Lo studio Syncapse ha realizzato un interessante report comparando le diverse tendenze d’acquisto dei consumatori che seguono le proprie aziende preferite nei Social Media rispetto ai clienti che non sono iscritti ai loro canali. i dati evidenziano come i consumatori fan di un particolare brand acquistano dal 20% al 50% in più rispetto ai clienti non-fan. Syncapse si spinge oltre e, analizzando questi dati per il canale Facebook, stima di circa 71$ il valore di ogni fan per un’azienda. Il valore ovviamente rappresenta un dato medio e varia per ogni azienda in base al livello di interazione raggiunto con gli utenti: a maggior coinvolgimento corrisponde un maggior valore dell’utente-fan.

Edison Research invece si è occupata di Twitter dimostrandone la crescente importanza per il brand. Secondo la ricerca l’87% degli intervistati conosce Twitter e circa il 42% lo utilizza per ricercare informazioni specifiche riguardanti prodotti e servizi. Anche in questo caso l’interazione risulta essere un fattore determinante: il 41% utilizza Twitter per discutere attivamente del prodotto, mentre il 19% ricerca un servizio di ‘customer support‘ online e direttamente accessibile attraverso il canale Social.

I Social Media dimostrano ancora una volta la loro efficacia e la loro capacità peculiare di coinvolgere attivamente l’utente in un dialogo con l’azienda che risulta essere profittevole per entrambi. Per un’azienda un cliente fedele resterà sempre un valore che non è quantificabile, che ‘non ha prezzo’. Il valore di un fan invece è appena stato scoperto.