Marketing su instagram, le potenzialità del social

Fare marketing su instagram. Instagram, piattaforma nata nell’ottobre del 2010, ha da subito catturato l’attenzione degli utenti di altri social network. Questi ultimo, hanno pian piano hanno iniziato ad utilizzare l’applicazione, spesso sostituendola ad altri social come Facebook e Twitter. I dati degli ultimi mesi rivelano che la piattaforma conta ben 700 milioni di utenti attivi al mese. Una crescita rapidissima negli ultimi anni che ha superato il colosso di Twitter.

fare marketing su instagram

Da quando Instagram venne acquistato da Zuckerberg nel 2012, la piattaforma ha subito numerosi cambiamenti. È passata da semplice applicazione mobile dove pubblicare belle immagini, a un efficace strumento di marketing se utilizzato nel modo corretto.
È stato riscontrato che Instagram crea dipendenza nei suoi utenti, infatti si registrano più di 300 milioni di accessi ogni giorno. A questi ultimi piace avere informazioni sui contenuti pubblicati dai loro contatti e dai brand che seguono, trascorrendo molto tempo cercando nuovi profili e nuove fonti di ispirazione. Secondo uno studio di Iconosquare, le persone che usano Instagram tendono a essere più propense all’acquisto. Il 70% visita spesso i profili dei brand e il 62% dichiara di seguirli proprio perché è interessato ai contenuti che pubblicano.

Instagram è diventato un riferimento per i consumatori. In particolare tra i giovani, che prima di cercare un oggetto su Google lo cercano proprio sui social. Ed è proprio per questo che negli ultimi mesi, grazie a diversi aggiornamenti effettuati in parallelo a Facebook, Instagram ha introdotto diversi strumenti per favorire le aziende e gli acquisti da parte degli utenti.

Fare marketing su instagram è diventato quasi indispensabile per le aziende.

Per promuovere la propria azienda sono state introdotte delle campagne adv, già presenti su Facebook, anche su Instagram, proprio per il maggiore interesse che è stato riscontrato da parte degli utenti attivi in quest’ultimo rispetto al più famoso Facebook.
Tra i diversi aggiornamenti più significativi, troviamo quello relativo all’algoritmo che utilizzava Instagram per la pubblicazione dei contenuti. In precedenza, nella home, le notizie apparivano in ordine cronologico. Ora, con l’introduzione delle pubblicità, però, è stato riscontrato un peggioramento dell’engagement (interesse) da parte degli utenti. Il motivo è causato dal fatto che gli utenti non riuscivano più a rimanere aggiornati su tutti i contenuti pubblicati dagli utenti che seguivano. Per questo Instagram ha deciso di modificare l’algoritmo basandolo su diversi parametri: la frequenza di interazione con un determinato profilo, interazioni totali che il contenuto ottiene (like e commenti) e similarità con le ricerche effettuate.

Questo vedrà costrette le aziende e le influencer a pubblicare contenuti pertinenti e rilevanti per il pubblico, al fine di attirare l’attenzione e incentivare le interazioni.